Risotto al ciauscolo, zafferano ed erbe aromatiche

Questa è una di quelle giornate in cui mi piace rischiare, qualche abbinamento azzardato, mai provato con l’assoluto divieto di scopiazzare ricette qua e la su internet ma cercando qualche abbinamento proveniente dalla fantasia.

A volte il risultato è disastroso e moglie e figli mi guardano in modo strano 🙂 ma alla fine anche loro sono contenti di sperimentare ed assaggiare nuovi sapori.

Dopo il tour de force Natalizio dove abbiamo rockeggiato a suon di agnello-braciole-costatelle-fegatini-tagliatelle-ravioli-panettoni-torroni-fristingo avevo bisogno di riso, ben condito ma sempre di riso si parla.

La base di questo risotto è sempre di brodo vegetale con l’aggiunta della sapidità del ciauscolo e la sorpresa straordinaria delle erbe aromatiche.

Spesso sottovalutiamo le erbe cercando elementi pregiati o saporiti ma da quando faccio barbcue ho imparato l’importanza delle spezie secche e fresche ed il loro utilizzo e vi posso assicurare che dietro c’è un mondo e che il vostro piatto si caricherà di sapore e gusto.

Da qualche anno ormai ho acquistato un vaso rettangolare lungo circa 1 metro dove tengo costantemente piantato prezzemolo, timo, origano, basilico, erba cipollina, mentuccia, salvia e rosmarino.

Credo che siano gli elementi sufficienti ma indispensabili da tenere sempre a portata di mano. Alcune piantine addirittura riescono a sopravvivere alla stagione invernale se non troppo rigida, altre pur seccandosi riprendono con l’arrivo della primavera.

Ad esempio l’origano fresco rimane per quasi tutta la stagione senza la necessità di piantarlo nuovamente, se non avete mai provato l’origano fresco provateci, è strepitoso, emana un odore completamente diverso da quello secco.

Scusatemi se mi dilungo sulle erbe e spezie ma volevo sottolineare l’utilizzo che ne faccio differenziandole tra secche e fresche. La sostanziale differenza tra le due tipologie è ovviamente l’assenza di acqua in quelle secche così come una notevole riduzione degli oli presenti all’interno, utilizzo dunque il secco il quasi tutte le cotture al barbecue, in particolare in quelle di lunga durata altrimente le spezie fresche diventeranno amarognole. Nel barbecue mi capita di utilizzare ad esempio rosmarino fresco per la cottura di una bistecca cospargendone entrmabe i lati con le foglie ed i rami direttamente sulle braci per creare “fumo al rosmarino”, provateci, anche dal caminetto di casa mentre cucinate sulla brace, rametto sulla brace e graticola con carane sopra.

Andiamo alla ricetta dei questo buonissimo risotto:

Ingredienti:

  • Riso Carnaroli
  • Mezza cipolla gialla
  • Salvia, rosmarino, timo, origano freschi
  • Peperoncino in polvere (non molto piccante)
  • Qualche pistillo di zafferano
  • 3/4 fette di ciauscolo
  • Brodo vegetale
  • Un bicchiere di vino bianco secco
  • Un pò di burro
  • Verdure per brodo vegetale (cipolla, carota, sedano, zucchina, pomodoro, bietola)

Per prima cosa ho preparato il mio brodo vegetale mettendo la verdura sopraelecata in acqua fredda e portata a sobbollire per circa 2 ore e messo qualche pistillo di zafferano in un bicchiere con dell’acqua tiepida per qualche ora in modo che sciogliendosi colorerà l’acqua ed il riso in cottura.

Tritate mezza cipolla e mettetela in pentola con olio facendola appassire aggiungendo un pò di brodo vegetale per evitare che bruci.

Tagliate a dadini 3/4 fette di ciauscolo e metteteli in una padella senza olio facendo rosolare per un minuto poi sfumate con poco vino bianco e mettete da parte.

Mettete in cottura il riso insieme alle cipolle girandolo con una spatola per qualche minuto sfumando con il rimanenten vino bianco nel bicchiere poi abbassate la fiamma al minimo ed iniziate ad aggiungere il brodo vegetale facendo attenzione che il riso non rimanga mai scoperto.

Nel frattempo che il riso cuoce tritate molto ma molto finemente le erbe aromatiche aggiungendoci il peperoncino in polvere e mettete da parte.

A 3/4 di cottura aggiungete l’acqua colorata dello zafferano ed i dadini di ciauscolo rosolati, a 3 minuti dal termine della cottura aggiungete anche le erbe aromatiche.

Aggiustate di sale e a fuoco spento terminate la preparazione con una noce di burro per mantecare, a chi piace (a me no) aggiungete anche del parmigiano, Regolatevi fintanto che il risotto non abbia il famoso “effetto onda”.

Impiattate avendo cura di lasciare da parte qualche dadino di ciauscolo ed un pò di trito di erbe per decorazione.

Buon appetito e buon risotto a tutti!!!