Non chiamateli solo “Spaghetti alle vongole”…

Stasera non ho potuto farne a meno di creare e provare un piatto assemblando qualche tecnica utilizzata per altri piatti di pasta.

Gli spaghetti alle vongole sono un piatto amato da tutti, sapido e gustoso ma è molto ma molto facile cadere in errori banali che possono portare ad un risultato pessimo.

Allora quale è il segreto? forse il pesce fresco? direi di no, possiamo tranquillamente utilizzare vongole e frutti di mare congelati a patto che siano stati opportunamente “spurgati” dalla loro sabbia prima del congelamento.

Gli spaghetti alle vongole devono avere le seguenti caratteristiche:

  1. cremosità
  2. sapore di vongole ed eventuali frutti di mare

Per raggiungere questi obiettivi abbiamo a disposizione diversi strumenti:

1. risottare la pasta in padella già da metà cottura in modo che l’amido faccia bene il suo lavoro

2. insaporire bene glispaghetti con il liquido ricavato dall’apertura delle vongole/frutti di mare

3. aiutarsi con una crema, non troppo invadente, dal sapore piuttosto neutro ma che lega e che può essere aromatizzata senza problemi.

Allora…vi spiego subito come è andata…

Ingredienti:

  • 1/2 kg di Spaghetti
  • Olio extravergine d’oliva
  • peperoncino fresco
  • pistacchi
  • 1 limone
  • mezza patata grande o una piccola
  • prezzemolo
  • vino bianco secco (io ho usato una Passerina)
  • 3 spicchi di aglio (a me piace e poi con le vongole l’aglio è obbligatorio 🙂

Per iniziare sbucciate i pistacchi e metteteli a bagno in un bicchiere d’acqua fredda inmodo che si ammorbidiscano.

Mettete sempicemente la patata a lessare in acqua bollente.

Prendetete le foglie del prezzemolo, avvolgetele all’interno di carta assorbente e lavatelo sotto acqua fredda strizzandolo per 4/5 volte.

Tagliate due spicchi d’aglio riducendoli quasi in crema e metteteli in padella con olio evo, il gambo del prezzemolo senza foglie e con le vongole appena tirate fuori dal congelatore, sfumate con un bel bicchiere di vino bianco secco e coprite attendendo che si aprano tutte.

Una volta effettuata questa operazione separate le vongole dal liquido che si è formato, in realtà si tratta del vino sfumato, dell’olio e dell’acqua di mare intrappolata all’interno della vongola che non farà altro che dare uno spettacolare sapore di mare.

Tagliate i pistacchi in grranella a coltello o utilizzando uno di quegli apparecchi tritatutto in vendita nei negozi per casalinghi.

Mettete la patata, il liquido di cottura ed un pò di prezzemolo in un contenitore e create una crema con un frullatore ad immersione, ATTENZIONE, la crema non deve essere troppo densa ne troppo liquida, se vi accorgete che è troppo dura aggiungete un pò di acqua di cottura della pasta.

Ora mettete nella stessa padella olio evo ed uno spicchio d’aglio e fatela scaldare, nel frattempo potete mettere gli spaghetti nell’acqua che bolle facendo attenzione a non esagerare con il sale, la sapidità la prenderemo già dalle vongole e dai pistacchi.

Raggiunta la metà cottura prevista tirate fuori gli spaghetti e metteteli direttamente in padella conl’olio e l’aglio aggiungendo di volta in volta acqua di cottura e liquido avanzato dall’apertura delle vongole/frutti di mare.

Agiungete le foglie di prezzemolo che nel frattempo avrete tagliato al coltello in maniera molto ma molto fine e continuate la cottura della pasta.

Potete aggiungere le vongole già cotte, una buona granella di pistacchi (lasciatene un pò pe guarnire) ed infine la crema di patate.

Questa fase è molto importante perchè vi rendiate conto della giusta consistenza della pasta che non deve attaccarsi ma allo stesso tempo dve essere cremosissima, regolatevi eventualmente aggiungendo poco alla volta l’acqua di cottura della pasta.

A fuoco spento potete aggiungere un filo d’olio evo a crudo e grattare un intero limone facendo ovviamente attenzione a non arrivare “al bianco”.

 

 

Servite a tavola e….sperate negli applausi altrimenti…lamentatevi con me attraverso una mail!!! Buon appetito a tutti!!!